Farro monococco

farro monococco colli bolognesi
Il farro monococco coltivato nel Podere

 

Siamo orgogliosi di coltivare l’antenato del frumento: il farro monococco.

Questo è stato il primo cereale domesticato dall’uomo, quello da cui è partita l’evoluzione genetica fino a ottenere il grano moderno. Nel corso dei secoli l’uomo ha selezionato le sementi tenendo conto di un solo aspetto fondamentale: l’aumento della resa. D’altronde l’esigenza era una: mangiare. Basti pensare che fino a 100 anni fa, in Italia, 1 ettaro produceva meno di 10 quintali di frumento mentre oggi la resa media è attorno ai 60 quintali/ettaro. La stessa superficie con lo stesso numero di piante produce sei volte di più. Ma questa esasperazione genetica ha dimenticato tutta una serie di qualità che in origine il chicco di grano possedeva.

Oggi che l’esigenza non è più “mangiare” ma è diventata “mangiare bene” si stanno riscoprendo i cibi sani, di qualità. Si stanno riscoprendo i grani antichi ed il più antico tra tutti è proprio il farro monococco.

agricoltura biologica Bologna
Niccolò nei campi di farro monococco

 

Il nostro farro monococco coltivato con tenacia e amore è ricco di proteine, aminoacidi, vitamine e in particolare di selenio, fosforo e magnesio. È un nutrimento vivo, pressochè privo di glutine, e ricco di energia.

Lo decortichiamo in azienda e lo maciniamo in un piccolo mulino a pietra di montagna. Potete trovarlo in commercio sia come farro sia come farina integrale.

Ma è molto più di una semplice farina…

 

farina di farro monococco
La nostra farina di monococco e il nostro farro